Immagine di home page
Cosa fare se il bambino, educazione del bimbo, giochi per bambini, filastrocche, scuola, libri, tv, videogiochi, fiabe, poesie, asilo, apprendimento

   
 
L'esperto risponde
Cosa fare se
Approfondimenti
La socializzazione
Giochi per bambini
Ninne nanne
Indovinelli
Poesie per bambini
Fiabe per bambini
Il castigo
Asilo nido
 
 


..Leggi Le Nostre Meravigliose Filastrocche..
 
 


  Disturbo generalizzato dello sviluppo

Domanda: Salve! Sono una mamma di un bambino che frequenta la scuola dell'infanzia e che, dopo aver visto più volte un cartone animato, ha iniziato a ripetere le frasi sentite alla televisione e ad isolarsi a scuola (pur andandoci volentieri).
Le maestre ci hanno suggerito di portarlo da una NPI, la quale ha diagnosticato un disturbo generalizzato dello sviluppo consigliandoci per il momento un po' di psicomotricità.
Noi genitori ci domandiamo se è possibile fare una diagnosi così precocemente (vista l'età del bambino) e dopo una sola visita.
Non è che l'isolamento del piccolo possa essere attribuibile ad aspetti comportamentali che ci hanno caratterizzato entrambi da piccoli, quali la timidezza?
Grazie infinite dell'attenzione.

Riposta dell'esperto: Buongiorno, cari genitori, rispondo alla vostra domanda con considerevole interesse.
Il Disturbo generalizzato dello sviluppo manifesta un grande impatto in tutti gli ambiti della vita sociale e di relazione, ad iniziare dalla famiglia per poi proseguire a scuola e continuare nel lavoro.
Esso rappresenta una distorsione dello sviluppo di base che riguarda varie funzioni psicologiche (attività motoria, attenzione, percezione sensoriale, umore, funzionamento intellettivo) e le sfere della comunicazione, verbale e non verbale, della socializzazione e dell' attività immaginativa.
La scelta di orientarsi verso un NPI (neuropsichiatra infantile) è stata opportuna, in quanto l'esordio di alcuni sintomi, relativamente a certe patologie, avvengono proprio entro i tre anni di vita.
Consiglio vivamente di seguire le indicazioni suggerite dallo specialista (psicomotricità) e di confrontarsi continuamente con le figure docenti del bambino per aggiornarsi sulle sue recenti caratteristiche di comportamento.
Quanto ai cartoni animati, all'età del figlio vengono recepiti con totale dipendenza e in maniera inconscia trasferiscono nel bambino messaggi, linguaggi e comportamenti che vanno controllati perchè possono essere assunti dal piccolo in modo del tutto passivo.
Il dubbio che vi assale sulla diagnosi emessa su un bambino così piccolo dopo appena un incontro non vi deve fare sottovalutare le osservazioni fatte di cui mi avete riferito (ripetizione di frasi da un " modello") e scambiare l'isolamento con la timidezza: fatevi spiegare bene dagli educatori che seguono il bambino a scuola quali comportamenti assume e confrontatevi senza paura con il NPI interpellato, perchè sotto il nome della diagnosi emessa si raggruppano varie sindromi e, prima ne venite a conoscenza, meglio potete organizzare voi e il bambino ad affrontare gli impegni crescenti della scuola.
Spero col cuore che quanto diagnosticato non trovi continue conferme in futuro, se così fosse vi metto a disposizione lo spazio di corrispondenza che ci ha permesso di conoscerci per sostenere la vostra sensibilità.
Un augurio di buon proseguimento e di reciproca disponibilità a confrontarci sullo sviluppo del bambino.
Pedagogista Cristina

Approfondimento consigliato: la comunicazione per immagini

Torna all'elenco "domande / risposte"
 
Ricerca personalizzata
 
 
bad credit personal loans
debt management bank loans interest only loan internet banking Credit Report interest only mortage payment student loan consolidation interest only mortgage calculator mortage brokers business loans credit card debt
Educazione dei bambini, la scuola, l'asilo, il sorriso, la risata, il comportamento, le malattie, l'apprendimento.
Cosa fare se il bimbo..., bambini all'asilo nido, indovinelli, filastrocche.
[ATTENZIONE: educazionebambini.org propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono sostituire la visita specialistica pedagogica.]
(Tutti i contenuti scientifici sono forniti dai professionisti iscritti, sono vietate forme di riproduzione o di distribuzione senza autorizzazione.)