Immagine di home page
Cosa fare se il bambino, educazione del bimbo, giochi per bambini, filastrocche, scuola, libri, tv, videogiochi, fiabe, poesie, asilo, apprendimento

   
 
L'esperto risponde
Cosa fare se
Approfondimenti
La socializzazione
Giochi per bambini
Ninne nanne
Indovinelli
Poesie per bambini
Fiabe per bambini
Il castigo
Asilo nido
 
 


..Leggi Le Nostre Meravigliose Filastrocche..
 
 


  Un carattere debole

Domanda: salve, siamo i genitori di Giorgio, un bambino di 2 anni, e di Matilde, una bambina di 5.
Vorremo chiederle alcuni consigli per Matilde; è una bambina molto sensibile e timida.
Spesso piange per un nonnulla, perché le si nega una caramella o perché vuole guardare la tv.
Le maestre ci hanno raccontato che anche a scuola ha un atteggiamento rinunciatario, piange se i compagni non le danno un gioco che desidera o perché i bambini le danno fastidio.
Secondo noi Matilde ha un carattere debole, è insicura , a volte sembra che non sappia esattamente quello che vuole, inizia un discorso senza riuscire a portarlo a termine.
Noi spesso la sgridiamo per questi comportamenti, ma le cose non migliorano, vorremo sapere come comportarci con lei.
Grazie per i vostri consigli.
Saluti, Paolo e Valentina.

Riposta dell'esperto: cari genitori,
ho letto con attenzione la vostra e-mail e comprendo la vostra preoccupazione per Matilde.
Di Matilde mi raccontate due aspetti diversi: da una parte una bambina che usa il pianto per ottenere ciò che desidera, dall’altra una bambina timida e insicura che assume spesso comportamenti remissivi nel confronto con gli altri.
Nel primo caso il comportamento di Matilde può essere una richiesta di attenzioni: spesso i bambini sono coscienti che insistendo nella richiesta di qualcosa con pianti e capricci riescono ad ottenere quanto desiderato, quanto meno per sfinimento dei genitori!
In questo caso il mio consiglio è di rimanere tranquilli, evitare di perdere la pazienza e rispondere con serenità sia che si possa concedere quanto richiesto,sia che se lo si debba negare.
In seguito si può spigare a Matilde che se si vuole qualcosa non è necessario piangere o lamentarsi, ma lo si può fare parlando in modo tranquillo.
Solitamente una volta compresa l’inutilità del pianto dopo un po’ questo atteggiamento cessa.
Per quanto riguarda invece l’atteggiamento remissivo e rinunciatario di Matilde il discorso è più complesso. L’impressione che ho avuto dai vostri racconti, è che sia necessario aiutare Matilde ad aumentare la sua autostima.
I bambini con bassa autostima, infatti, si mostrano insicuri, remissivi , timorosi delle situazioni sconosciute e del giudizio degli altri.
Cosa si può fare per aiutarla? Innanzitutto evitare di riprenderla quando manifesta atteggiamenti insicuri o è paurosa.
La bambina, al contrario, ha bisogno di incoraggiamento e supporto. Quando Matilde si rifiuta di fare qualcosa, o almeno di provarci, perché dice di non essere capace, incoraggiatela a provare e rassicuratela che in caso ne avesse bisogno voi l’aiuterete.
Fatele capire che avete fiducia nelle sue capacità e che anche in caso di insuccesso il vostro amore rimarrà invariato.
Spesso i bambini così remissivi preferiscono non provarci affatto, piuttosto che fallire e avere la conferma di non essere capaci di fare qualcosa.
Ricordate che il primo e più importante insegnamento che i bambini ricevono è l’esempio degli adulti che stanno loro vicini nel processo di crescita.
Ansie o paure mal celate possono indurre paure e timori nei bambini, che non conoscendone il motivo, crescono con la sensazione di uno sconosciuto pericolo imminente.
Un’altra cosa importante da non dimenticare è l’importanza dell’ascolto.
Quali sono le paure di Matilde? Le cose che trova più difficili e faticose da affrontare? A volte i bambini cercano di comunicarci i loro pensieri e le loro paure, ma lo fanno a modo loro, a volte indirettamente.
Instaurare una buona comunicazione con i propri figli può aiutarci a comprendere quando qualcosa li turba o li preoccupa.
Spero di avervi dato alcuni interessanti spunti di riflessione.
Buon Lavoro!
Manola Farinazzo
Pedagogista ANPE

Approfondimento consigliato: l'importanza dell'autostima

Torna all'elenco "domande / risposte"
 
Ricerca personalizzata
 
 
bad credit personal loans
debt management bank loans interest only loan internet banking Credit Report interest only mortage payment student loan consolidation interest only mortgage calculator mortage brokers business loans credit card debt
Educazione dei bambini, la scuola, l'asilo, il sorriso, la risata, il comportamento, le malattie, l'apprendimento.
Cosa fare se il bimbo..., bambini all'asilo nido, indovinelli, filastrocche.
[ATTENZIONE: educazionebambini.org propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono sostituire la visita specialistica pedagogica.]
(Tutti i contenuti scientifici sono forniti dai professionisti iscritti, sono vietate forme di riproduzione o di distribuzione senza autorizzazione.)