Immagine di home page
Cosa fare se il bambino, educazione del bimbo, giochi per bambini, filastrocche, scuola, libri, tv, videogiochi, fiabe, poesie, asilo, apprendimento

   
 
L'esperto risponde
Cosa fare se
Approfondimenti
La socializzazione
Giochi per bambini
Ninne nanne
Indovinelli
Poesie per bambini
Fiabe per bambini
Il castigo
Asilo nido
 
 


..Leggi Le Nostre Meravigliose Filastrocche..
 
 


  Gelosia nei confronti del fratellino

Domanda: Buongiorno, mi chiamo Piera e sono la mamma di due bambini piccoli, uno di pochi mesi e uno di di poco più di un anno, Davide, il quale, pur godendo della compagnia dei cuginetti coetanei, mostra dei comportamenti di gelosia nei confronti del fratellino e di noi genitori.
In particolare ha preso l'abitudine di infilare la mano o addirittura il braccio nella maglia di chi lo tiene in braccio.
Questo comportamento si manifesta soprattutto quando è ora di dormire, tanto è vero che lo accogliamo prima nel lettone e solo successivamente lo collochiamo nel suo lettino.
Preciso che l'allattamento è terminato in coincidenza della nascita del fratellino più piccolo e conseguente utilizzo del biberon, che è parso averlo accettato di buon grado.
Come posso fare perdere al bambino le abitudini descritte?
Qual è la ragione di tali comportamenti?
Attendo una risposta e la ringrazio sin d'ora per la disponibilità, buon lavoro.
Mamma Piera

Riposta dell'esperto: Buongiorno mamma Piera e grazie per la dovizia di particolari nel riferirmi del figlio più grandicello, pur piccolo che sia.
Quanto mi riferisce su Davide non è affatto un comportamento anomalo, ma si riscontra spesso nei bambini che per motivi vari lasciano anticipatamente l'allattamento al seno materno.
Nel suo caso inoltre è arrivato un fratellino che gli ha “rubato” i suoi piccoli, ma importanti piaceri quotidiani, quello appena riferito e l'attenzione privilegiata di mamma e papà.
Anche la gelosia tra fratelli, che ne è conseguita, rientra nella normalità, tuttavia i comportamenti di Davide richiedono un intervento educativo adatto ad evitarne il perdurare.
Con la sua sensibilità di mamma credo che sia sufficiente dare al piccolo primogenito quello spazio affettivo-relazionale di cui si è sentito deprivato e che sente gli si debba ancora in quanto piccolo.
Lasci che il bambino maturi i cambiamenti avvenuti a livello di vissuti, permettendogli quanto manifesta, ma nel contempo educandolo alla adeguatezza dei comportamenti a seconda dei momenti (per esempio quando è in compagnia di qualche coetaneo) e delle situazioni in cui appaiono.
Lentamente, con pazienza e tanta intelligenza emotiva, Davide maturerà il proprio sviluppo. In particolare potrebbe sostituire il seno con qualsiasi oggetto che gli dia piacere (frequentemente si ricorre ai peluche) in modo da rassicurargli un contatto fisico, il calore della pelle che lo avvolge e il benessere psico-fisico che lo aiuterà anche nel sonno; non colpevolizzatelo mai per le sue manifestazioni regressive di gelosia.
Forza che tutto si sistemerà.

Approfondimento consigliato: l'intelligenza emotiva

Torna all'elenco "domande / risposte"
 
Ricerca personalizzata
 
 
bad credit personal loans
debt management bank loans interest only loan internet banking Credit Report interest only mortage payment student loan consolidation interest only mortgage calculator mortage brokers business loans credit card debt
Educazione dei bambini, la scuola, l'asilo, il sorriso, la risata, il comportamento, le malattie, l'apprendimento.
Cosa fare se il bimbo..., bambini all'asilo nido, indovinelli, filastrocche.
[ATTENZIONE: educazionebambini.org propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono sostituire la visita specialistica pedagogica.]
(Tutti i contenuti scientifici sono forniti dai professionisti iscritti, sono vietate forme di riproduzione o di distribuzione senza autorizzazione.)