Immagine di home page
Cosa fare se il bambino, educazione del bimbo, giochi per bambini, filastrocche, scuola, libri, tv, videogiochi, fiabe, poesie, asilo, apprendimento

   
 
L'esperto risponde
Cosa fare se
Approfondimenti
La socializzazione
Giochi per bambini
Ninne nanne
Indovinelli
Poesie per bambini
Fiabe per bambini
Il castigo
Asilo nido
 
 


..Leggi Le Nostre Meravigliose Filastrocche..
 
 


  Approfondimento - La diversità a scuola

La diversità a scuola: oggi più che un tempo, la diversità viene vissuta come una realtà da gestire al meglio per garantire a chiunque condizioni di vita sociale agevoli.
Il carico di cui si è fatto portavoce l'OMS, estendendolo ai vari contesti di vita, è stato normalizzato nella scuola italiana con la legge 104/92.
Essa ha moltiplicato le discussioni sulla diversità a tutti i livelli, sociale, politico, pedagogico... per individuare linee di intervento meglio orientate verso l'obiettivo del benessere.
Nonostante i vari interventi legislativi ad essa successivi, la Legge n.104 del 5 febbraio 1992, rimane la legge-quadro di riferimento per garantire il "pieno rispetto della dignità umana e i diritti di libertà e di autonomia della persona portatrice di handicap" (art.1 lettera a), cioè "colui che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione" (art.3 punto 1), e per promuovere "la piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società..." (art.1 lettera a).
Tale garanzia di diritti ha spostato il tema della diversità da una accezione meramente assistenziale-sanitaria ad un significato educativo e sociale, tanto da coinvolgere anche la scuola, in quanto agenzia educativa della società.
La cura e la riabilitazione della persona portatrice di handicap si realizzano "con programmi che prevedano prestazioni sanitarie e sociali integrate tra loro, che valirizzino le abilità di ogni persona handicappata e agiscano sulla globalità della situazione di handicap, coinvolgendo la famiglia e la comunità..." (art.7 punto 1).
L'inserimento e l'integrazione sociale della persona portatrice di handicap si realizzano mediante: "interventi di carattere socio-psico-pedagogico..." (art.8 lettera a) e il "diritto all'educazione e all'istruzione" (art .12).
A tale scopo sono stati avviati interventi di formazione agli insegnanti per l'acquisizione di conoscenze in materia di integrazione scolastica e di formazione professionale in seno a enti, istituzioni, cooperative, centri, associazioni e organizzazioni di volontariato per l'integrazione anche lavorativa.
Non mancano le agevolazioni per i singoli soggetti e le loro famiglie affinchè possano prevedere la massima autonomia sociale di cui è garante tale normativa.
Conoscere i propri diritti è un dovere di qualsiasi cittadino.
Lettura consigliata: "Nei frammenti l'intero" di Franco La Rocca, Franco Angeli, Milano 1999.

Domanda / risposta correlata: Il bambino si isola a scuola...

Torna all'elenco approfondimenti
 
Ricerca personalizzata
 
 
bad credit personal loans
debt management bank loans interest only loan internet banking Credit Report interest only mortage payment student loan consolidation interest only mortgage calculator mortage brokers business loans credit card debt
Educazione dei bambini, la scuola, l'asilo, il sorriso, la risata, il comportamento, le malattie, l'apprendimento.
Cosa fare se il bimbo..., bambini all'asilo nido, indovinelli, filastrocche.
[ATTENZIONE: educazionebambini.org propone contenuti a solo scopo informativo e che in nessun caso possono sostituire la visita specialistica pedagogica.]
(Tutti i contenuti scientifici sono forniti dai professionisti iscritti, sono vietate forme di riproduzione o di distribuzione senza autorizzazione.)